lunedì 28 ottobre 2013

Demone avahi su Raspberry/Raspbian

Oramai uso Raspberry praticamente sempre in modalita' headless ovvero senza tastiera e monitor attaccati ed interagisco via SSH o via Web. Il principale problema in questo modo, essendo la connessione WiFi regolata da un DHCP, e' di indovinare ogni volta quale indirizzo dinamico e' stato attribuito alla Raspberry (la modalita' normale e' guardare dentro al router come sono associati i vari dispositivi)

Una soluzione alternativa molto valida e stranamente non implementata di default ne' in Raspbian ne' in PiBang (mentre lo e' in  Debian standard) e' utilizzare il demone Avahi

Questo demone si installa mediante

apt-get install avahi-daemon

e permette di avere una sorta di DNS interno alla rete locale in cui i vari dispositivi che supportoano il protocollo di annunciarsi

Una volta installato ed avviato il demone non e' quindi necessario conoscere ogni volta l'indirizzo dinamico ma basta chiamare la macchina con il suo nome (che non cambia mai)


per esempio in una configurazione standard per cercare una Raspberry con montato  Raspbian si dovra' cercare
raspberry.local

mentre su PiBang
pibang.local

ovviamente i nomi identificativi devono essere univoci all'interno della LAN