lunedì 15 dicembre 2014

Google CardBoard

In vena di sperimentazione mi sono comprato la Google CardBoard
Si tratta di un esperimento presentato da Google per convertire un comune telefono (vedremo poi non poi cosi' comune) in un visore tridimensionale (come Oculus Rift) dal basso costo

Il kit puo' essere autoprodotto con del cartone (Google fornisce le istruzioni) ma non e' cosi' semplice perche' servono due lentine di una lunghezza focale ben determinata. Il kit ufficiale si trova sui 25 euro ma ho trovato su TinyDeal una offerta ad un paio di euro (spese di spedizione comprese, basta saper aspettare)



Come si vede il kit non e' gran che come precisione ed sono dovuto ricorrere al nastro adesivo per tenere tutto insieme. Il telefono deve essere inserito all'interno dell'alloggiamento (ATTENZIONE!!! puo' scivolare lateralmente quindi puo' cadere durante l'uso e' trattenuto dalle mani ma in altri casi no)
Come si vede dalla foto lo schermo del telefono viene diviso in due settori (uno per ogni occhio) per la visione stereoscopica


questo e' l'aspetto montato
Primo avviso: essendo fatto di cartone ed appoggiandosi sulla fronte, inevitabilmente il sudore della fronte sporca la parte interna (vedi foto sottostante) anche dopo un solo utilizzo


Secondo avviso: non tutti i telefoni sono adatti. Google certifica come funzionanti Nexus 5, Nexus 4 (alcuni utenti lamentano che non funziona perfettamente) e pochi altri. Sul mio Moto G 2013 l'esperienza 3D e' ottima ma NON funziona la funzione click con il magnete (posto sulla sinistra del visore) ed e' necessario avere un telefono con giroscopi (per esempio nei demo si deve inclinare il visore per scorrere a destra e sinistra e sul Moto G 2013 non funziona)

Terzo avviso: il visore puo' funzionare anche con IPhone. Ho provato con le applicazioni 3D compatibili con il 4S ma lo schermo e' decisamente troppo piccolo. Probabilmente si deve utilizzare IPhone 5

Oltre alle applicazioni su PlayStore sono molto carine le applicazioni 3D che si trovano su Chrome Experiment