martedì 23 giugno 2015

Raspberry Kiosk (read only mode)

Per una installazione di un monitor informativo (una semplice pagina web che si autoaggiorna) ho pernsato di installare una Raspberry in modo da avere un sistema economico e con poco consumo di corrente


Cio' che non avevo previsto e' che il luogo dell'installazione e' particolarmente soggetto a mancanza di corrente e nel giro di dieci giorni dalla messa in esercizion il sistema e' crollato perche' il filesystem sulla SD Card si e' corrotto

Un sistema che e' provato e' quello suggerito da questo link ma mi sono subito insospettito perche' viene disinstallato il server X. Facendo le prove infatti il filesystem va effettivamente in modalita' di sola scrittura ma X ha necessita' di scrivere dentro la directory /home e quindi la strada proposta non e' perseguibile perche' X Windows non si avvia (rimane uno schermo nero con un cursore che lampeggia beffardo)

L'altra soluzione e' quella di rendere il sistema a sola lettura in generale e di creare invece un filesystem virtuale in memoria per quelle directory in cui e' necessario scrivere come proposto da questo link
Vale comunque la pena di seguire il consiglio di disinstallare i sistemi di log

apt-get remove --purge wolfram-engine triggerhappy cron anacron logrotate  dphys-swapfile 
in sintesi si modifica /etc/fstab per mettere in sola scrittura il filesystem della schedina

/dev/mmcblk0p2 / ext4 defaults,noatime,ro 0 1
(io per essere sicuro ho messo in sola lettura anche la partizione di boot) e si mette la directory /tmp in memoria

tmpfs /tmp tmpfs defaults,size=30M 0 0
a questo punto si installa unionfuse, il sistema per creare il filesystem in memoria (il valore di 30M e' puramente indicativo, si puo' andare tranquillamente fino a 200M)

apt-get install unionfs-fuse

si spostano le directory /var e /home che saranno quelle ad essere realizzate in memoria

mkdir /ro 
mv /var /ro 
mv /home /ro 
 mkdir /var /home

e si aggiorna /etc/fstab

unionfs-fuse#/tmp=rw:/ro/var=ro /var fuse cow,allow_other,nonempty 
unionfs-fuse#/tmp=rw:/ro/home=ro /home fuse cow,allow_other

al succesivo riavvio si potra' scrivere in /home e /var (ma le modifiche saranno in memoria e quindi perse al successivo riavvio) mentre nel resto del file system sara' impossibile accedere in scrittura a meno di non digitare

mount / -o remount,rw

Questo sistema e' ottimo e funziona ma ovviamente si va ad occupare parte della ram con un disco virtuale quindi i processi che gireranno non dovranno essere esosi di ram

Per far partire il sistema direttamente in X conviene riconfigurare
sudo raspi-confige poi scegliere il menu "Enable Boot to Desktop" > select "Desktop Log in .."

per vari motivi puo' essere conveniente installare un browser come Chromium (piu' pesante di quello preinstallato ma con meno problemi nella visualizzazione dei siti)

per mandare in esecuzione automatica Chromium quando parte X si edita il file 
nano /etc/xdg/lxsession/LXDE-pi/autostart

aggiungendo la linea
@chromium --kiosk --ignore-certificate-errors --disable-restore-session-state "http://www.domain.com"