martedì 26 gennaio 2016

CyanogenMod su XT1032: all'inferno e ritorno

Visto che il mio fidato Moto G 2013 prima edizione (altrimenti conosciuto come XT1032/Falcon) ha ormai raggiunto con Android 5.1 il termine degli aggiornamenti da parte di Motorola (peraltro nel frattempo defunta) ho voluto provare a fare il salto verso Android 6 MarshMallow con la CyanogenMod...mai mossa fu piu' avventata


Per prima cosa e' stato necessario sbloccare il bootloader (le istruzioni ufficiali si trovano a questo link). Non e' una operazione banale come con i Nexus in quanto bisogna far partire il telefono in modalita' fastboot con 

adb reboot bootloader

e poi farsi dire l'identificativo del dispositivo con il comando

fastboot oem get_unlock_data

il telefono risponde con un codice seriale di cinque righe che devono essere copiate e messe su una unica riga alla pagina a questo link
Verra' mandata una mail con un codice molto piu' corto da inserire nel comando

fastboot oem unlock codice_seriale_per_email

al successivo riavvio la tranquilizzante schermata di Moto viene cambiata in questo messaggio vagamente minaccios


il passo successivo e' stato installare la recovery TWRP (ogni telefono ha la sua, per Moto G si scarica da questo link). Facendo ripartire il telefono in modalita' bootloader si flasha la recovery con il comando 

fastboot flash recovery  twrp-2.8.6.0-xt1032.img

sul telefono viene generato un errore di mismatch delle dimensioni del file. va tutto bene, e' solo il telefono che protesta per vedere arrivare un file di dimensioni differenti da quelli di default

Modalita' Download
Ho dovuto fare un paio di tentativi per avere una installazione corretta di TWRP

A questo punto con il tasto Vol - si selezione Recovery e si conferma con il tasto Vol+ e si puo' installare il file zip precedentemente caricato sulla SD.

TWRP
E qui inizia il primo errore.Volendo installare Android 6 ho montato la CyanogenMod 12.1 che pero' corrisponde alla 5.1..quindi non ho guadagnato niente da questa nuova rom (seppure molto veloce). In piu' si e' aggiunto un problema perche' con l'installazione delle OpenGApps non funziona l'orologio di default di Google ne' la ricerca vocale (niente di drammatico ma a ma la sveglia serve)

Fatto 30 ho provato a fare 31 installando la CyanogemMod 13, attualmente solo in night build. Installazione completata correttamente e con il telefono ancora veloce.



Per finire ho montato le OpenGApss per Android 6 ed e' stato l'inizio dei problemi. Al riavvio il telefono era diventato non usabile perche' la Configurazione Automatica di Google (Configuration Wizard) andava in crash ogni secondo rendendo impossibile interagire con il telefono (e stupidamente non avevo prima attivato il supporto via Adb)

Vista l'impossibilita' di usare MarshMallow ho provato a tornare indietro e riflashare la 12.1 ma, per cause non chiare, il telefono e' rimasto per una buona mezz'ora bloccato sulla schermata bianca del bootloader di Motorola (la seconda di questo post) riavviandosi ogni 10 secondi e senza riuscire ad entrare in Download Mode

Dopo una serie di prove sono riuscito a riprendere almeno il controllo del bootloader e dovendo ripristinare la Rom originale almeno ho provato ad inserire la Google Play Edition con questa installazione facilitata

Adesso ho un Moto G  funzionante con Android 5.1 che condivide lo stesso software del Nexus 4

In conclusione:
1) CyanogenMod e' molto veloce ma l'integrazione con le app di Google e' molto delicata e non perfetta per cui si puo' andare rapidamente incontro a problemi

2) E' presto per MarshMallow su Moto G 2013

3) Con la TWRP e' possibile attivare la funzione ADB sideload (nel menu avanzate).Con questo sistema e' possibile flashare una immagine Rom senza caricarla in precedenza sulla memoria del telefono. Durante i vari disastri/tentativi per ripristinare il Moto G mi sono trovato nella condizione di non avere un sistema operativo funzionante e di poter scrivere sulla partizione dello storage. Digitando dal computer

adb sideload  cm-12.1-20151117-SNAPSHOT-YOG7DAO1K9-falcon.zip