venerdì 31 ottobre 2014

Gimbal beacons

Aggiornamento
Con alcune app i beacon Gimbal sono visibili ma cambiano continuamente MAC Address per cui la lista continua ad aggiornarsi scoprendo sempre nuovi beacon (in realta' e' sempre il solito che aggiorna il proprio identificativo di basso livello)
Cio' comporta problemi su Android. Secondo quanto riportato da questo post di Radius Network (una ditta concorrente) dopo circa 40 minuti di utilizzo una applicazione Android va in crash a causa del numero limitato della lista di MAC Address che Android riesce a gestire

----------------------------------------

Grazie ad una simpatica iniziativa per gli sviluppatori (spediscono un kit gratuito anche all'estero...nonostante che sia indicato solo per gli USA) sono entrato in possesso di tre beacons Gimbal ovvero Qualcomm


Rispetto agli altri beacon testati basati sul TI CC2540 questi sono basati su processori proprietari della Qualcomm e sono decisamente molto meglio ingegnerizzati e miniturizzati (lo spazio e' quasi totalmente occupato dalla batteria CR2032)

Una prima differenza rispetto agli altri beacon testati e' che questi non vengono segnalati dai programmi basati sul uuid-major-minor. In pratica ogni beacon ha un proprio codice (4 caratteri - 5 caratteri) che deve essere comunicato a Gimbal per l'attivazione; in seguito i beacon solo visibili medianti le applicazione sviluppate con l'SDK di Gimbal (IOS e Android-Beta) ma non con altri software

Con il beacon posto vicino al telefono l'RSSI e' di -40, portandolo a circa ad oltre 3 m scende circa -80. Riportando velocemente in grafico


Il segnale risulta molto stabile (prova effettuata ad un 1 metro di distanza tra beacon ed IPhone) con una standard deviation del valore di RSSI di circa 0.6 unita'


Su Android le cose sono leggermente differenti con un valore di standard deviation di 1.2 unita'. Non male vista la precedente esperienza con i Texas Instruments