martedì 14 ottobre 2014

Ubuntu su Satellite NB10-A-102

Un amico mi ha passato il portatile in oggetto, un portatile Toshiba Satellite NB10-A-102 PU141E, per installare Ubuntu



Il computer ha un costo decisamente ridotto (tra 220 e 250 euro) ed ha uno schermo da 11.6 con scheda grafica integrata Intel. Le impressioni di uso sono abbastanza pessime perche' i tasti sono decisamente piccoli ed hanno una corsa ridicola (basta sfiorarli per trovarsi a cliccare)



Il fatto che il mio amico mi chiedesse di installare la macchina era sospetto perche' usa normalmente Linux e non e' esattamente uno sprovveduto in questo campo. Secondo quanto descritto, aveva gia' installato una 14.04 ma al riavvio ma la macchina non faceva salire il sistema operativo (primo sospettato EFI boot)

Non avendo drive ottico ho preparato una chiavetta USB con l'ultima iso di Ubuntu e mi sono trovato a fronteggiare una serie di errori:

in alcuni casi la chiavetta non veniva riconosciuta al boot e non trovando supporti disponibili la macchina si piantava alla partenza
in altri casi la chiavetta era riconosciuta ma dava una serie di errori irreversibile cercando di montare l'immagine live dell'installer


dopo aver creato una decina di chiavette ho chiaramente visto che non era il supporto corrotto ma c'era qualcosa nel bios che non andava. Frugando su internet viene consigliato di usare le porte USB di destra per inserire i dispositivi Usb di boot (??? Strano consiglio, ma a quel punto inizio a ruotare su tutte le porte per vedere se ho successo e finalmente mi si avvia il live cd ...ovviamente usando la porta Usb di sinistra)
Installo il sistema fino al termine in modo corretto (un po' lentamente a dire la verita'). Shutdown. Power On e la macchina si pianta al boot non riconoscendo il boot da disco fisso

Finalmente capito su questo post che indica come ci sia una incompatibilita' tra i file che installa Ubuntu ed il bios Efi di Toshiba. In pratica il bios si aspetta di trovare una directory /efi/boot ma trova il suo posto /efi/ubuntu ovviamente andando nei pazzi. Inoltre bisogna copiare il file  BOOTx64.EFI nella /efi/boot

Per fare cio' si deve riavviare la macchina dall'usb (se ci si riesce, e' piu' questione di fortuna che di capacita') e copiare a mano i file dal supporto live verso l'hdd come descritto nel post

A questo punto dopo due ore di lavoro la macchina e' pronta per l'utilizzo con praticamente tutte le periferiche riconosciute.

Debian??ci ho provato ma non mi ha avviato X (non riconoscendomi nemmeno il touchpad in fase di installazione) ed il mio amico aveva espressamente richiesto Ubuntu  per cui ho desistito subito